9 settembre 2011

Tartarino di Tarascona

Tratto dal nº 37 del 15 settembre 1968 del Corriere dei Piccoli.

















4 commenti:

Alberich el Negro ha detto...

Ciao, buongiorno.
Battaglia, un disegnatore straordinario. Un maestro degli adattamenti letterari ai fumetti.

Ti chiedo una domanda: non avrai casualmente l'esemplare di Il Giornalino dove Battaglia pubblicò una sua collaborazione sugli martiri, gli apostoli e gli eremiti cristiani? Fù, mi sembra, nell'anno 1977 (febbraio-marzo).

Grazie mille e cordiali saluti.

Corrierino ha detto...

Sì, alcune tavole di Battaglia illustravano il supplemento "Conoscere Insieme" del 1977. Su quel supplemento c'erano anche, negli stessi numeri, le illustrazioni di Micheluzzi per la serie dei Condottieri. E sullo stesso supplemento del Giornalino, negli anni successivi, ci saranno anche Toppi e altri grandi del fumetto.

Ogni volta che leggo quelle storie e guardo quelle illustrazioni mi viene subito voglia di scansionarle e pubblicarle sul blog in modo da riproporre a tutti le grandissime opere che comparivano in quegli anni sul Giornalino e sul Corrierino. Purtroppo il tempo è tiranno e devo dedicare il mio tempo libero anche alla famiglia e a me stesso... e quindi mi sa che bisognerà aspettare ancora parecchi mesi prima di vedere tutti questi capolavori sul blog.

Alberich el Negro ha detto...

Grazie, aspetterò impaziente la scansione e la sua posteriore pubblicazione in questo blog (per il quale ti ringrazio).

Saluti dalla Spagna.

paolo ha detto...

Si', ricordo le illustrazioni di Micheluzzi per i Condottieri (tra i quali c'era anche un certo Francisco Franco, sic) e le illustrazioni di Toppi per due serie sui popoli, una che descriveva la vita di un bambino (ricordo quella della bambina cambogiana che fumava oppio per dimenticare la fame), una su popoli guerrieri come i daiacchi o i mamelucchi (con il mamelucco che incontra Napoleone che gli dice "mammalucco"). Nino Musio illustrava invece quelle sui grandi assassinii (tipo Giulio Cesare o l'attentato fallito a Hitler) e su "Un autore e un suo eroe" (Cervantes- Don Chisciotte, Disney - Paperone)