Storia del blog


Luglio 2008 - Nascita su splinder


...da scrivere...



Novembre 2011 - Migrazione su blogger


...da scrivere...



Agosto 2015 - Un milione di visualizzazioni


In questo post sono state festeggiate il milione di visualizzazioni.



Maggio 2016 - Perché l'avventura continui


...da scrivere...



Maggio 2017 - 2500º post


Questo post è stato il 2500º pubblicato.



Luglio 2018 - 10º genetliaco


In questo post è stato festeggiato il 10º compleanno del blog.



Maggio 2020 - 3500º post


Questo post è stato il 3500º pubblicato.



Maggio 2021 - L'avventura continua


...da scrivere...



Settembre 2021 - Immagini a mosaico


Da poco più di una settimana ho modificato il modo in cui vengono visualizzate le immagini sul blog.
Io ho sempre garantito che le immagini sul blog siano sempre perfettamente visibili nella loro interezza, ma adesso ho cambiato il modo con cui realizzo ciò.
Mentre in precedenza ad ogni pagina delle riviste corrispondeva una singola immagine, adesso invece ogni pagina viene visualizzata giustapponendo verticalmente e orizzontalmente una griglia di NR×NC (NR = numero righe, NC = numero colonne) diverse immagini più piccole.
Ciò ha causato sconcerto e irritazione in alcuni pochi lettori del blog.
Questi lettori si lamentano che non possono più scaricare una intera pagina della rivista in una unica immagine.
Altri si sentono addirittura traditi dal fatto che hanno contributo al crowdfunding per sostenere il blog e si sentono in qualche modo depauperati.
Le reazioni di questi lettori mi hanno ovviamente rattristato, ma io credo di essere nel giusto.
Quello che io volevo fare in tutti questi anni, e che continuo a fare giorno dopo giorno (con grande dispendio del mio personale tempo libero), è sempre stato quello di garantire la piena visibilità e fruibilità del blog.
Non è invece mai stata mia intenzione quella di garantire una identica e immutabile implementazione (cioè realizzzazione) di tutto ciò nel tempo.
Mi sento libero di cambiare come realizzo il blog nella maniera che più mi piace (ad es. oggi avendo cambiato il rendering delle immagini, magari domani cambiando il formato dei file delle immagini da JPG a PNG, magari dopo-domani decidendo di visualizzare la colonna di archivio/commenti a destra invece che a sinistra, magari fra una settimana pubblicando due post al giorno invece che uno, etc...).
Quello che garantisco è che il blog continuerà (finchè le forze e le finanze me lo permetteranno) presentando le storie che io considero più interessanti tra quelle delle 3 riviste che stanno nelle mie cassapanche.



Ottobre 2021 - La querelle continua


Adesso sto cominciando veramente ad incazzarmi (e chi mi conosce bene sa che non mi incazzo mai e poi mai).
Due anonimi hanno scritto qui:
Le impostazioni del sito sono state modificare in peggio: non male visto che chi gestisce il sito si é preso 2000 euro dalla raccolta fondi, almeno si doveva dire prima della raccolta come si voleva modificare il sito.
Gestore del sito poco corretto a cambiare la possibilità di utilizzo delle immagini DOPO aver ricevuto i soldi.
La realtà è che io ho preso dei finanziamenti per ben due volte, nel 2016 e 2021, per mantenere in vita il blog in modo che tutti i post e tutte storie siano fruibili dal web.
E sono più di 13 anni che lo sto facendo impiegando il mio tempo libero (leggi ferie) per scansionare, editare e pubblicare post giorno dopo giorno.
Chiunque può leggere usando il proprio browser migliaia di post con tutte le immagini perfettamente visibili.
Sono ben 4,000 (mica bruscolini) i post ad oggi perfettamente fruibili e leggibili (immagini comprese) da tutti.
E continueranno ad esserlo per gli anni a venire, con anche i nuovi post che via via si aggiungeranno giorno dopo giorno.

Per quanto riguarda il rendering delle immagini sul blog mi sono già espresso qui sopra.
Il download di immagini non è mai stato un fine (né implicito né esplicito) del blog.
Il blog non è una banca dati di immagini, bensì un posto dove poter leggere alcune vecchie pagine dei nostri tre giornalini.
Chiunque sempre ha potuto, può e potrà usare il blog per leggere o stampare le storie a suo piacimento.

Se qualche finanziatore del crowdfunding nonostante tutto pensa ancora che io abbia tradito la sua fiducia allora si faccia vivo con me e gli restituirò quanto io ho direttamente ricevuto da lui
(tolte le spese della piattaforma di gestione del crowdfunfing che corrispondono all'8% del totale e che sono sempre state pubblicamente descritte, insieme a tutte le altre spese, nel documento Trasparenza spese accessibile dal blog).

Confesso che i commenti che ho letto in questi giorni mi hanno molto rattristato.
Ma farò in modo che ciò non accada più.
Ho costrutio questo sito per soddisfare una mia passione e vedrò di non farmi più influenzare da commenti malevoli.

30 commenti:

Rolando Ferri ha detto...

Io non capisco i dettagli,ma sono grato all'autore del blog per tutto quello che ha fatto fino a qua. A me va tutto molto bene, se posso dirlo, e lo ringrazio del tempo e dello sforzo che ha dedicato a questo lavoro che mi ha permesso di ritrovare tanto bei ricordi di quando ero bambino e scoprirne molti altri. Grazie di cuore.

anatolebroyard ha detto...

Capisco l'incazzatura: l'idea che chi ha dato un contributo possa avanzare diritti su un lavoro che da tanti anni è offerto spontaneamente e gratuitamente è, oltre che stravagante, semplicemente indecente. Anch'io, quando è stato chiesto, ho risposto, in quantità simbolica, giusto per dare un segno di gratitudine; ma, quand'anche avessi dato molto di più, non mi sognerei mai di pensare di aver comprato qualcosa. Detto doverosamente questo, sono tra quelli a cui dispiace molto non poter scaricare le immagini. Un conto è guardarle una per una (e io non riesco a vederle per intero a schermo), un altro conto è poterle archiviare e vederle nel contesto delle altre pagine dello stesso numero, confrontarle negli anni, e così via. Insomma, ti prego Corrierino: ritorna alle immagini intere.

Vincenzo ha detto...

Totalmente d'accordo con anatolebroyard. E mi associo alla sua accorata richiesta

Fumettoteca Forlì ha detto...

Dopo il mio ultimo commento, dove ho ben messo in chiaro la mia posizione, e qui rimarco, nei riguardi della notevole mole di lavoro ed energie investite da Corrierino in questo lodevole blog, ho ritenuto opportuno non alimentare ulteriormente tale discussione che, nei limiti del mio modesto comprendere, non riesco ancora a capire perché sia nata.
Tutti i vecchi fruitori del blog sanno bene che la richiesta di contributi erano, e anche in modo ben definito, 'solo ed esclusivamente' per poter mantenere in vita il blog.
Ed è proprio ciò che con merito e tanto di cappello Corrierino ha sempre magistralmente fatto. Di tutto ciò non posso che ringraziarlo.
La storia sulle immagini, a mio modesto avviso, ritengo sia prettamente puerile ed infantile, in quanto alle opinioni degli 'anonimi', neppure il coraggio di mettere il nome, sono sempre stato dell'idea che non vanno né considerate e, men che meno, lette.
Condivido a pieno il parere di Corrierino su questa poco funzionale situazione, direi che per chi voleva 'togliersi il sassolino' il gioco dovrebbe essere concluso, per tutti gli altri buon pro gli faccia.
Un saluto dalla Fumettoteca di Forlì
gianLuca Umiliacchi

Anonimo ha detto...

Caro Gianluca Uiliacchi, tu puoi avere le opinioni che desideri, anche le più ridicole, ma devi rispettare gli altri e le regole. In questo sito è prevista la possibilità di commentare in modo "anonimo" (o forse indicare un falso nome cambierebbe qualcosa?) e quindi sei pregato di rispettare chi lo fa, nel pieno rispetto delle regole.

Fantasio ha detto...

@anatolebroyard: così "l'idea che chi ha dato un contributo possa avanzare diritti su un lavoro che da tanti anni è offerto spontaneamente e gratuitamente è, oltre che stravagante, semplicemente indecente"?
Beh, forse hai ragione. Ma allora, mi chiedo, per quale ragione si "dà un contributo"? Tu risponderai: "perché l'iniziativa per la quale si chiede il contributo è di nostro gradimento".
Come non essere d'accordo?
Prova allora a pensare a qualche altra iniziativa per la quale si potrebbe richiedere un contributo. Faccio un esempio: tale Pongo (omaggio alla carica dei 101) crea un "Rifugio per cani abbandonati" dove chiunque raccolga un cane abbandonato per strada può portarlo, sapendo che lì verrà accudito e nutrito finché non troverà chi lo adotta. L'iniziativa di Pongo è apprezzata in tutta la zona e dopo qualche anno lui chiede un contributo perché le spese sono tante, lo ottiene, va avanti qualche anno, ne chiede un altro (documentando tutto), lo ottiene di nuovo. La sua iniziativa è così apprezzata che ogni volta ottiene più soldi di quelli richiesti.
Ma, poco tempo aver ottenuto il secondo contributo, cambia la "policy": dopo sei mesi i cani che nessuno ha adottato vengono buttati fuori. Nessuna spiegazione viene data: c'è chi pensa che Pongo abbia ancora problemi di soldi, chi pensa abbia invece meno tempo per occuparsi di tutti i cani... molti protestano.
Pongo risponde "io garantisco solo che il Rifugio resterà aperto, come gestirlo lo decido io soltanto. Magari domani accoglierò solo cani di razza, magari accoglierò anche i gatti. Magari darò meno cibo agli animali, magari gliene darò di più."
Le proteste continuano. Si fa notare che quando è stato chiesto il contributo la "policy" del rifugio era diversa e nessuno pensava che dopo tanti anni potesse cambiare. Pongo risponde "le vostre critiche mi fanno incazzare. Chi vuole si riprenda i soldi".
Insomma, pensa di essere tra i contributori del "Rifugio". Scriveresti la stessa cosa? Accetteresti l'invito a riprenderti i soldi? Rimarresti in silenzio?

Bruno C. ha detto...

Continuo a non capire perché c'è la mania di cambiare le cose che funzionano... Capisco che questa vuole essere una forma di protezione del proprio lavoro, ma non serve, perché ci sono tanti modi per aggirarla, sia per il malintenzionato che volesse appropriarsi del tuo lavoro, sia per gli utenti che vogliono solo mettere "al sicuro" i ricordi che credevano perduti e invece li hanno ritrovati qui. La differenza è nel tempo necessario per il salvataggio di ogni singola immagine. Posso dire una verità che è stata appena accennata e subito messa da parte? La verità è che non si può piacere a tutti e che qualcuno storce il naso quando vede comparire una cartina geografica mentre altri l'aspettano con ansia; che chi amaca il Giornalino non apprezzerà molto delle storie del Corrierino e viceversa... Ma Santa Esmeranda della Torre Antica, siamo andati avanti per anni così, contributo o non contributo, e adesso ci accorgiamo che non va bene niente? "Corrierino & Giornalino" pubblica da tanti anni sempre nello stesso modo e con lo stesso stile... E adesso buttiamo tutto alle ortiche per un capriccio del Blogger e per l'intolleranza dei suoi utenti??? Non è più semplice lasciare tutto com'era prima??? In una comunità ci vogliono coerenza , rispetto reciproco e TANTA pazienza. Sempre se SI VUOLE andare avanti.

Unknown ha detto...

Seguo il Blog da quando l'ho scoperto un po' di anni fa e mi ha dato più di un momento di gioia
Ho contribuito (nell'ambito delle mie modeste possibilità) ad entrambi i crowdfounding nella consapevolezza di contribuire a coprire almeno in parte le spese vive, dato che la mole di lavoro che c'è dietro è enorme e assolutamente impagabile dalle piccole cifre che sono state raccolte, e non ho mai pensato di potere avanzare dei diritti sulle immagini o su altri contenuti, nè tantomeno di poter "pretendere" determinati comportamenti da C&G.
La fruizione di immagini accurate e ad alta risoluzione è qualcosa di cui posso solo ringraziare, ma non certamente pretendere.
Grazie grazie grazie Corrierino: non lasciare che i commenti e le pretese di qualche povero egoista riescano a minare una vera e propria Impresa che hai fatto in questi anni.

Gabriele ha detto...

Grazie per avere riportato alla luce, quelle storie che mi davano gioia in un'infanzia negata.

Anonimo ha detto...

L'ho già scritto in unn altro commento:
Che sia da un PC o da uno smartphone, basa stampare le pagine in pdf, impostando la pagina a formato A1.
Avrete tutte le immagini ad un'ottima definizione, insieme alla possibilità di copiarle, incollarle, et cetera, et cetera...
Lo sforzo di dividere le immagini in piccole frazioni é una misura che può rallentare il processo di chi scoopiazza i siti altrui, ma se sono un po' esperti, beh, una volta caricata la pagina non c'é molto che si possa fare.
E' facile sparare su Corrierino dopo che si é sobbarcato tutto il lavoro, ma non se lo merita, si merita un ringraziamento!!

Alberto ha detto...

Io non seguo il blog assiduamente e non ho versato nessun contributo, per cui ho "meno diritti" di chi ha pagato e ora si lamenta. Ammetto che anche io preferivo scaricarmi le pagine (le convertivo in un file cbz perfetto per leggere i fumetti). Però qualche "scappatoia" c'è, come la stampa in pdf che suggerisce un altro commentatore, o fare uno screenshot dell'intera pagina (in Firefox è facilissimo, immagino anche con altri browser) e poi dividerla con un programma tipo xnview. E' solo un piccolo sforzo in più.
E mi permetto di dire che "Corrierino & Giornalino" ha comunque tutta la mia riconoscenza per il grande lavoro che ha fatto negli anni, e che spero continui a fare, in qualunque modo voglia organizzare il suo blog.

Claire67 ha detto...

Sono un fan accanito di questo blog.
La mole di lavoro e la passione con cui Corrierino
l'ha offerto a tutti mi riempie di ammirazione.
Sarò sempre disponibile per ogni crowdfunding futuro.
Devo comunque dire che prima di questa innovazione
non c'era alcuna lamentela e tutti erano entusiasti
del blog.
Perchè spegnere questo entusiasmo?

Luca ha detto...

Salve, sono un fruitore entusiasta di questo Blog da anni. Ho dato anch'io un (piccolissimo) contributo, ma questo non mi rende padrone del Blog stesso...
Leggo con costanza sul PC le meravigliose storie a fumetti che mi riportano all'infanzia e alla giovinezza e, a dire la verità, non mi sarei neanche accorto del cambiamento "tecnico" se non fosse scoppiata questa querelle. Per me andava benissimo prima e va benissimo ora: Corrierino GRAZIE!

moreno ha detto...

Da " blog corrierino dipendente " sin dalla sua magnifica invenzione sono stupito di arroganti pretese da parte di fruitori del servizio, se non va bene che smettano di seguirlo, pensare poi d'essere diventati azionisti per aver aderito ( io l'ho fatto con gran felicità ) alle campagne di aiuto finanziario lo trovo veramente squallido. Avanti tutta caro amico sperando di poter usufruire per tanti anni ancora di questo servizio insostituibile. Grazie per il grande impegno Moreno

Gianluca FEMMINIS ha detto...

Anche io sono un entusiasta fruitore del blog, e anche io a suo tempo ho dato il mio contributo. Desidero esprimere solidarietà e gratitudine a 'corrierino'. Dal mio punto di vista il blog e suo e i fruitori come me possono solo ringraziare!

coroner ha detto...

parlando di cose serie…
Credo che molti abbiano già la prima annata del Corrierino (1908-1909), di cui tutti i 53 numeri sono disponibili, e forse anche l'annata 1958, che girava completa (52 numeri in formato cbr).
Però, in un'occasione strana in cui cercavo materiale sulla Guerra civile spagnola, tempo fa beccai sul sito di una biblioteca di Madrid l'intera annata 1935 in formato pdf, di qualità migliorabile ma già buona.
E' tutto materiale ormai fuori copyright.
Interessa al sito? Eventualmente, il Gentile Direttore può tranquillamente contattarmi e sono disponibilissimo a un invio.
Grazie sempre per tutto il materiale che questo sito mette a disposizione, e pazienza se (obiettivamente) negli ultimi giorni si è presa qualche decisione tecnicamente invalidante.

Contix ha detto...

Al gestore del blog: come disse il Sommo Poeta, "Non ti curar di lor, ma guarda e passa". Il lavoro che sta facendo è encomiabile, sono uno di quelli che ha contribuito al crowfunding per MANTENERE IN VITA QUESTO BLOG, e mai me ne sono pentito: anche questa è CULTURA, checché ne pensino i "benpensanti". Le immagini ora sono a mosaico? E chi se ne importa, i fumetti si leggono bene ugualmente! A tutti piace avere la "pappa pronta" (leggi: unica immagine) e se qualcuno vuole scaricare una storia, ci passi un po' di tempo, come lei lo passa a scansionare questi fumetti! Tempo per il quale, un solo GRAZIE non basta...

Salvatore Fricano ha detto...

Dobbiamo solo ringraziare chi spende impegno e notevoli energie per rammemorarci la nostra giovinezza, tramite il recupero delle nostre tre amate riviste. Il modo in cui lo svolge non riguarda noi fruitori, ed è giusto che abbia pieno titolo e diritto a proporre le soluzioni che ritiene più adeguate.
Continui così e grazie!!

SiMax ha detto...

Al gestore del Blog.. o chi altri..

Da poco ho scoperto questo sito di Corrierino, e lo trovo magnifico.. un grazie per i ricordi che mi travolgono ogni volta che vedo cose lette su un numero del Giornalino che già avevo..
e la possibilità di scoprire l'immenso patrimonio artistico che non ho potuto godere per motivi anagrafici, ma visti gli autori e la loro caratura non si può che apprezzare lo sforzo fatto decenni or sono nel produrre tanta bellezza..

E devo solo ringraziare il gestore o i gestori del sito: il vostro è un lavoro davvero notevole, incredibile e meritevole dei ns più sentiti grazie.

Mi scuso già da ora per non aver contribuito alla raccolta fondi, ma vi ho conosciuto proprio in quel momento e non ho fatto in tempo a contribuire, e le mie capacità tecnologiche sono quel che sono..

Per questo vi chiedo un aiuto..
tenendo presente che chi scrive è uno che a malapena differenzia un blog da un normale sito (per me sono tutti siti on line, punto e stop), ma sarebbe davvero gradita una sezione "tecnica", una piccola paginetta per i meno capaci..
In cui mi potete indicare quale è il modo migliore per seguirvi..

Io vi seguo su Twitter, e da li mi linko tramite il pc al vs sito, e leggo gli episodi che mi piacciono di più o che mi interessano..
Se provo a "seguirvi" meglio mi viene proposta l'accesso su Tumblr.. a cui mi sono anche iscritto, ma che su pc è veramente un'obbrobrio..
Ho appena scoperto la presenza di un'app per android, e penso che proverò a scaricarla sul tablet, per vedere se da li vi si riesce a leggere in modo migliore..

Scusatemi per l'irruzione, ma davvero avere consigli a chi come me fatica a smanettare e seguire certi gerghi tecnici nei commenti, un minimo di indicazioni risulterebbero preziose.

Almeno per sapere quale è il modo migliore e più semplice di seguirvi e di leggere le pagine pubblicate.

Grazie ancora per tutto davvero.

Max ^__^
Vi chiedo

Unknown ha detto...

Salve, questa è la prima volta che comunico con questa metodologia (commento su un blog) che non conosco e quindi mi scuso se non ho seguito le policy di comunicazione corrette.
Questa mia è indirizzata al gestore del sito che spero la leggerà.
Come prima cosa devo unirmi ai tanti complimenti che gli sono stati rivolti e devo ringraziare il gestore del sito per l'immane lavoro che ha svolto e continua a svolgere.
Mi sono reso conto che la digitalizzazione del CdR arriva fino al 1975, con solo un contributo esterno (Giù nell'abisso) per il 1976.
Ben conscio del grande lavoro che è necessario per produrre quanto proposto vorrei contribuire (se possibile) a questa grande opera di conservazione del patrimonio editoriale del passato.
Chiedo al gestore se è interessato a ricevere le digitalizzazioni dei numeri del CdR 1976 che posseggo e che ho iniziato a fare (i numeri 4-5-6-7 già pronti, 1-2-3 in lavorazione) e che conto di proseguire nel corso del corrente anno secondo le mie disponibilità di tempo.
La digitalizzazione è stata effettuata a colori, 400dpi, la memorizzazione in .jpg per le singole pagine e una conversione in .pdf di tutte le pagine del numero.
Ciascuna pagina è stata raddrizzata dopo la scansione e rinquadrata per cui risulta "pulita" e ben fruibile.
Se il gestore del sito è interessato lo invito a contattarmi per definire le modalità di invio del materiale (ad esempio via WeTransfer).
Saluti Marco

Corrierino ha detto...

@Marco contattami privatamente via email.

Corrierino ha detto...

@Marco fammi sapere il tuo indirizzo email !

Rolando ha detto...

Se posso inserirmi, sarebbe meraviglioso avere anche digitalizzazioni per quella fase tardiva. Mio nonno me li comprava, da quando immagino ho saputo leggere (1973) fino a CorrierBoy, quando si rifiutò ritenendolo un giornalaccio-lui usò un'espressione più colorita, che non ricordo esattamente ma capivo era una parolaccia. Però quelli che ho visto mi si sono impressi nella memoria in frammenti e mi piacerebbe ritrovarli, ad es. alcuni dei Processi, a Nobel, a Elena, mi pare (gli altri sono già nel blog) e altre storie di quella fase finale ma di grande fioritura del CdR. Grazie a tutti per il vostro enorme sforzo. Rolando

Unknown ha detto...

Sono del 1958 e ho letto il Corriere dei Piccoli da quando ho imparato a leggere. Sono riuscita a conservare i fogli strappati per le serie che amavo di più, tipo Valentina Mela Verde e Efrem. Ho cercato pubblicazioni relative ai racconti di Mino Milani,dopo aver scoperto quelle di Grazia Nidasio (Valentina Mela Verde, Stefi, Dottor Oss) e solo ieri ho scoperto questo blog e ho potuto rileggere La valle dei diamanti e La trottola. Un'esperienza emotivamente straordinaria. Grazie, di cuore, a chi impiegando tempo e risorse consente ad altri di assaporare la dolcezza nostalgica dei ricordi del passato.
Rosalia Filice

Gianfranco Goria ha detto...

Vedo solo adesso che dei Troll ti hanno fatto alterare. Non te ne curare proprio, in futuro. Non hanno alcun diritto su di te e sulla tua vita, men che meno possono permettersi di farti star male per quel che fai col TUO blog. Amen.
Ti capisco benissimo: come puoi immaginare in tutti gli anni (troppi) di afNews ho avuto modo di ricevere merda di ogni tipo. Ma da pochissimissime persone (gente problematica di suo, suppongo) e tuttavia mi hanno fatto stare malissimo (prima della cura neurologica ero terribilmente feribile - ora non più per il motivo detto). E' orribile, nessuno dovrebbe permettersi. Ma purtroppo c'è gente "disturbata" che non si cura, per cui succede. Se puoi, non ti curar di lor... E grazie per il tuo lavoro! :-)

Unknown ha detto...

Io voglio solo ringraziarti per quello che hai fatto, stai facendo e farai. Mi hai consentito di rivivere tanti momenti della mia infanzia e spero che tu prima o poi riesca a pubblicare delle storie che attendo da tempo, come quella del Gipo cattivo che si commuoveva se sentiva cantare "mamma", quella del gatto Chaminou (non ricordo il nome italiano) che combatteva gli animali cannibali (autore Macherot) e quella del boschetto fatato di Clorofilla (estate 1961 credo).
Buon lavoro e buone ferie.
Mauro Cerulli

Jesus R ha detto...

Sono un'appassionata lettrice di spagnolo e un'assidua seguace di queste meravigliose pagine del blog. Vorrei sapere (per chi può informarmi) se è prevista la pubblicazione degli ultimi tre capitoli dell'appassionante storia di "ANNI 2000" di Milani e Alessandrini.
Ho conosciuto questa storia molti anni fa pubblicata in Spagna da Editorial Bruguera, ma la qualità era molto inferiore all'originale italiano.
Grazie mille.
Jesús R.

Jesus R ha detto...

Sono un'appassionata lettrice di spagnolo e un'assidua seguace di queste meravigliose pagine del blog. Vorrei sapere (per chi può informarmi) se è prevista la pubblicazione degli ultimi tre capitoli dell'appassionante storia di "ANNI 2000" di Milani e Alessandrini.
Ho conosciuto questa storia molti anni fa pubblicata in Spagna da Editorial Bruguera, ma la qualità era molto inferiore all'originale italiano.
Grazie mille.
Jesús Redin España

Corrierino ha detto...

@Jesús, gli ultimi 3 episodi appariranno solamente nel corso del 2023.

Jesus R ha detto...

Grazie mille per la risposta.
Non vedo l'ora di gustarmi i tre capitoli che completeranno la lettura (in splendido italiano e colori originali) della storia in cui mi sono imbattuto per la prima volta (capitolo 1 in spagnolo e bicolore) nel lontano marzo 1975.
Vorrei cogliere l'occasione per ringraziarvi di tutti gli amici a cui ho consigliato questo blog. Soprattutto da uno di loro che ama la storia, la mitologia e la cultura italiana in tutti i suoi aspetti. So che apprezza i tesori che scopre continuamente sul blog.
Un saluto caloroso e riconoscente.

Jesús Redin España