5 luglio 2015

Gli ammutinati del Bounty (puntate 4-6)

Le ultime 3 puntate della storia apparsa dal nº 19 del 6 maggio 1984 al nº 24 del 10 giugno 1984 del Giornalino.

















































La 1ª puntata qui.

2 commenti:

Angelo Cappelli ha detto...

Il fumetto è pregevole per i disegni di Micheluzzi, ma ha il difetto di ispirarsi più alle versioni cinematografiche che non alla realtà storica. Le ricostruzioni più recenti dell'episodio hanno ridimensionato la crudeltà del capitano Bligh e hanno fatto a pezzi l'immagine eroica di Fletcher Christian, che dopo l'ammutinamento si dimostrò un disastro sia come uomo di mare che comandante della comunità di Pitcairn.

Anonimo ha detto...

A tre voci (2004)

- O Capitano, mio Capitano Bligh,
dopo cinquemila miglia di tribolazioni
Timor è in vista! Quale lupo di mare
ce l'avrebbe mai fatta solo con un sestante
in questa dannata scialuppa?
- La Regia Marina Britannica, però,
dovrebbe dargli caccia spietata:
si nascondessero pure
sotto larghe gonne tahitiane,
meritano solo la forca.
- Questa non era una passeggiata
romantica a spese di Sua Maestà.
Forse un dì avremo l'onore di vederli
faccia a faccia mordersi la lingua.

[L'ammutinamento del Bounty fu accolto da Lord G. G. Byron con entusiasmo, poiché la marina militare di allora era ineccipibilmente severa e qualcosa doveva cambiare. Tre sono le versioni cinematografiche sul tema: una con Clarke Gable, un'altra con Marlon Brando, una terza con Mel Gibson, ma pur evidenziando un aspetto romantico della vicenda, essendo ambientate in luogo esotico, esse peccano di non veridicità. Secondo gli Atti del processo che, secoli fa, si tenne in Gran Bretagna, si evince che William Bligh e Fletcher Christian avevano una relazione gay, cosa non rara tra uomini di mare, e che quest'ultimo aveva capeggiato l'ammutinamento perché indignato dalle vessazioni subite come passivo. Ci sarà mai una quarta versione filmica che rispetti la scomoda verità?].