14 febbraio 2016

Perché la chiusura di Picasa potrebbe segnare la fine di questo blog

Voglio spiegarvi perché la prossima chiusura di Picasa Web Albums (annunciata qui per il prossimo 1º maggio 2016) e la corrispondente cessazione del supporto di Picasa dal prossimo 15 marzo 2016, benché sostituite dal corrispondente servizio di Google Photos e dalla app di Google Photos Backup, causeranno molto probabilmente la fine di questo blog. 

Un po' di nomenclatura.
Picasa (fig. 1, introdotto nel 2002) è una applicazione che permette di elaborare e organizzare le proprie foto sul PC e permette anche di caricare le immagini sui data centers di Google in modo che siano visibili da Picasa Web Album.
Picasa Web Albums (fig. 2, introdotto nel giugno 2006) è l'interfaccia web-based verso le foto memorizzate nei datacenter di Google. 
Google Photos (fig. 3, introdotto nel maggio 2015) è il sostituto di Picasa Web Albums ma, come vedremo tra poco, ha molte meno features del servizio che sostituisce.
Google Photos Backup (fig. 4, anch'esso introdotto nel maggio 2015) permette di fare l'upload automatico di foto dal PC verso i data centers di Google.

Qui sotto, in coda al post, ci sono diversi screenshot delle 4 interfacce così come sono tipicamente viste da me. 

Ad un primo superficiale uso Google Photos sembra molto più accattivante del suo predecessore Picasa Web Album, anche per merito delle immagini visualizzate in dimensioni maggiori e con uno stile più moderno e meno anni '90.
Ma questa è appunto solamente la prima impressione.
Quando si va ad utilizzarlo day-by-day per gestire migliaia di foto si trovano tutte le pecche del nuovo prodotto. 


Ho elencato qui sotto in maniera sintetica le attività che mi risultano impossibili con le nuove interfacce

Dal PC non si possono caricare agevolmente tutte le foto di uno o più folder in uno o più album di Google Photos. Esiste Google Photos Backup, ma fa una cosa completamente diversa: sincronizza automaticamente uno più folder dal PC verso Google che non è per niente ciò che serve a me.

Con Google Photos non si può
  • sapere quanti album ci sono 
  • assegnare una specifica data (oltre che il nome) ad un album 
  • ordinare gli album per data oppure per nome
Google Photos assegna automaticamente una o due date ad ogni album usando una sua logica interna relativa alla data di creazione dell'album e alla data di ultimo inserimento di una foto in quell'album.
Tutto ciò non mi va bene perché sono io che voglio decidere la mia data per il mio album.
Si vedano ad esempio le fig. 5 e 6 relative allo stesso album "OK- Tutto sul West": in Picasa Web Album si nota la data che ho scelto io (19 gen 2015 che è la data in cui quell'album doveva essere pubblicato sul blog) mentre in Google Photos si vede la data (20 ott 2013, per me assolutamente inutile) che è la data in cui io ho scansionato le foto.


Con Google Photos in uno specifico album non si può
  • sapere quante foto ci sono 
  • ordinare le foto per nome
Sempre facendo riferimento alle fig. 5 e 6 si noti come in Picasa Web Album si veda chiaramente che l'album contiene 38 foto che occupano 162 MB. Questa informazione è del tutto assente in Google Photos. Ma la mancanza principale è la possibilità del riordinamento di presentazione per nome (vedi fig. 7) che è essenziale per presentare le foto in un certo ordine che è quello in cui poi devono essere pubblicate sul blog (cioè prima la tavola 1, poi la 2 e così via...)
Infine con Google Photos gli URL delle foto sono estremamente lunghi.
Ad esempio per una stessa foto gli URL di Picasa Web Albums e di Google Photos sono rispettivamente i seguenti:

Si passa cioè da 120 a 628 bytes.
E quando si devono comporre i post del blog è ben diverso scrivere un post di 10 righe (per una storia di 8 tavole) dove ogni riga è lunga 120 caratteri (e si vede completamente sullo schermo) rispetto a righe lunghe invece 628 caratteri. 

Insomma, riassumendo, le operazioni di
  • caricare le immagini sui DatCenter di Google
  • e riorganizzarle in maniera opportuna in diversi album
  • e all'interno di ogni album in ordine alfanumerico
  • e poi estrarre gli URL per i post
  • e scrivere i veri e propri post
diventeranno molto più laboriose e lunghe.

Tenendo conto che (come si può vedere dalla fig. 1) ci sono già 1676 + 2188 = 3864 immagini che dovrò elaborare localmente sul PC (per ritagliarle e bilanciarne i colori) e poi caricare su Google mi sa che tutto ciò comincia a diventare troppo dispensioso e oneroso. Dopotutto sono solamente un appassionato di fumetti e non uno stacanovista del blog. Il blog cioè non deve diventare una specie di secondo lavoro che si aggiunge al mio primo normale lavoro di tutti i giorni, ma deve restare un hobby per il tempo libero.

Quindi la voglia di mollare tutto è davvero tanta.


↓ Fig. 1 - Picasa



↑ Fig. 1 - Picasa



↓ Fig. 2 - Picasa Web Albums



↑ Fig. 2 - Picasa Web Albums



↓ Fig. 3 - Google Photos



↑ Fig. 3 - Google Photos



↓ Fig. 4 - Google Photos backup



↑ Fig. 4 - Google Photos backup



↓ Fig. 5 - Album in Picasa Web Albums



↑ Fig. 5 - Album in Picasa Web Albums



↓ Fig. 6 - Album in Google Photos



↑ Fig. 6 - Album in Google Photos



↓ Fig. 7 - Ordinamento immagini in un album di Picasa Web Albums



↑ Fig. 7 - Ordinamento immagini in un album di Picasa Web Albums



Aggiornamento del 10 marzo 2016.
Gli aggiornamenti su questo problema proseguono sul post A che punto siamo con la questione del futuro di questo blog?
Inoltre, seguendo i suggerimenti apparsi nei vari commenti, ho aggiunto qui un piccolo sondaggio (sotto forma di foglio elettronico accessibile in scrittura a tutti)
per valutare quanti sarebbero disposti a donare in crowdfunding.



Aggiornamento del 24 marzo 2016.
Il crowdfunding è partito come indicato nel post Perché l'avventura continui.
L'obbiettivo è di raggiungere 1200 € in due mesi donando qui.

43 commenti:

Gianfranco Goria ha detto...

Possiamo studiare diverse soluzioni. Faccio solo un esempio al volo: usando Wordpress posso utilizzare le categorie per assemblare in vario modo i singoli post. Aggiustandosi, si ottengono album ecc. Oppure posso usare NextGen che si occupa specificamente di creare album di immagini. E magari qualche lettore particolarmente blogghistico può suggerire ancora altre vie...
Ovviamente dovremmo fare una analisi come si deve, prima. Sempre se non vuoi cogliere l'occasione per dedicare un po' più di tempo a te stesso (tentazione che mi assale un giorno sì e uno no).

Gianfranco Goria ha detto...

Nel caso sai dove trovarmi. Ma spero spuntino lettori molto più scafati di me.

Gianfranco Goria ha detto...

In questo momento su afNews ci sono 48.162 immagini (in costante crescita, ovviamente) e usando i database interni tramite Wordpress, ci si possono fare un sacco di cose. Certo, devo avere uno spazio a pagamento su Aruba per poter gestire i database con MySQL (non far caso ai nomi), ma la spesa annua non è alta. Con plugin vari si può tranquillamente gestire un sito per fotografi, per cui... direi che le soluzioni ci sono. Capisco, tutavia, che il punto è: passare da una gestione fatta esternamente (da Picasa), al dover impiantare ex novo una gestione interna. Ma se hai ancora voglia di soffrire, si potrebbe fare...

Corrierino ha detto...

Attualmente su Picasa Web Albums ho 358 album che contengono 16989 foto.

Non ho ovviamente nessuna voglia di muovermi su una nuova piattaforma.

So bene, essendo un informatico abbastanza esperto, cosa significa.
Già ho avuto il mio bagno di sangue quando splinder ha chiuso (prima il blog era su splinder) e ho dovuto spostare blog e foto sulla piattaforma di Google.

La mia speranza era che le piattaforme basiche di Google (cioè gmail/picasa/youtube/blogger) non venissero mai chiuse (a differenza di tutte le altre cantonate che Google ha preso durante gli anni). Evidentemente ho puntato sul cavallo sbagliato.

Adesso di riportare tutto da una altra parte proprio non me la sento. Forse ne ho anche la voglia, perché è una bella sfida informatica, ma non ho proprio il tempo. Già ero precoccupato su quando avessi mai trovato il tempo per lavorare le 3864 immagini che ho già scansionato in locale (forse durante una settimana di ferie quest'estate?) ma scoprire adesso che per farlo mi ci vorrà ancora più tempo mi fa perdere ogni speranza. E sì che (come si può anche intravvedere dalla fig. 1 sotto il folder TBD) avevo molte belle cartucce da sparare: Anna nella Giungla di Pratt, Billy James, La freccia nera di Gianni De Luca, etc...

Ho post già pianificati fino a metà settembre 2016.
Poi chissà!

Guillaume Decaux ha detto...

Ciao, primi complimenti per questo blog guardo regolarmente, il tuo blog e le immagini aggiunte in alta definizione, ricordare il tempo in cui studenti in visita scuola d'arte a Bologna per visitare la Fiera Internazionale del Libro bambini, stavo guardando con entusiasmo sul mercato della città vecchia, fumetti e TOPPI BATTAGLIA. Le uniche parole che conosco stanno dicendo in italiano "Vorrei fumetti comici di Toppi e Battaglia" Autentico! Grazie a Google translate a quello che sto descrivendo (sicuramente con molti errori di ortografia), ma non dico grazie a Google Foto. Ho avuto lo stesso problema quando ho provato ad organizzare le mie immagini di album Leo Baxendale (Eagle Eye, Spy Junior). Ho scaricato le immagini su Google Photos e Flickr. Nessuno di questi due servizi fare per me ancora! Questo servizio è per le famiglie in vacanza che vogliono scattare foto e condividerle: il vostro è fatto per i professionisti. Vorremmo organizzare i suoi album e album commme vogliamo, gestire la graduatoria in base alla data o il nome annidati: è tutto molto complicato e opeu affidabile. In un momento in cui molte persone illustrazione, le immagini di tutti i tipi, le immagini, vuole far rivivere i vecchi documenti cartacei attraverso la condivisione di loro in modo professionale, è impossibile. Servizi esistono, naturalmente, ma come ha detto molto bene, come vogliono fidarsi di una start-up, chissà se i suoi servizi saranno existabts ancora in 1 anno ?? Capisco perfettamente il tuo scoraggiamento! Cordiali saluti!

Guillaume Decaux ha detto...

Nel 2014 ho scritto un articolo sul mio blog circa il grande corso illustratore Grazia Nidasio con l'aggiunta di un link al tuo blog e parlando del Corriere dei Piccoli.

Corrierino ha detto...

Merci Guillaume pour votre très bel article à propos de Grazia Nidasio.

Roberto ha detto...

Ciao Corrierino! Sono costernato! La mattina la visita al tuo blog era la prima cosa che facevo! Quanti ricordi hai permesso di essere riportati alla luce! Non sono un grande informatico, e so bene cosa significa lavorare e posso solo immaginare avere al contempo un hobby come questo.
Spero veramente tu riesca a trovare una soluzione, lo spero veramente tantissimo. Un suggerimento: passare - non tutto il DB - ma le successive pubblicazioni su TNT Village?
Roberto

Gianfranco Goria ha detto...

Ok. mentre ci rifletti su, vediamo di capire cosa ti serve per il tuo flusso di lavoro. Mi par di capire (ma posso sbagliare) che il tuo problema NON sia il blog in sé, quanto proprio il workflow che facevi con Picasa. Se potessi fare un diagramma di flusso, posso vedere come fare la stessa cosa con quel che uso io, in modo da proporti una alternativa senza che tu debba impazzire. Nel caso fossi dell'idea, scrivimi a direttore@afnews.info :-)

Gianfranco Goria ha detto...

Vedo che le tue immagini sono nei server di Google. Resteranno disponibili con gli stessi indirizzi o salterà tutto?
In effetti Google Foto è spartano, praticamente un calderone in cui gettare roba che, al massimo, raggruppi in album...
Ovviamente per afNews è diverso, giacché, essendo un dominio a pagamento, le immagini sono nel mio stesso dominio ed è tutto più semplice...
Vebbeh. Prova a leggere le specifiche di questo: http://www.nextgen-gallery.com/ e vedi se potrebbero essere utili. Nel caso, trasferire tutto il blog sotto Wordpress è una sciocchezza, come sai.

Gianfranco Goria ha detto...

Cioè, trasferire il sito è una sciocchezza. Trasferire le immagini invece... se gli indirizzamenti di Picasa decadessero, andrebbe rifatto tutto daccapo.

Gianfranco Goria ha detto...

Tuttavia... si potrebbe salvare tutto il pregresso usando TelePort (o simile). Si copia tutto il sito in modo che tutto (immagini comprese) sia in un posto solo e si riparte da lì...

Gianfranco Goria ha detto...

Faccio un test con teleport per vedere se anche le immagini dislocate sotto Picasa arrivano o no.

Gianfranco Goria ha detto...

Ok. Direi che funziona. nel caso sappiamo che, alla disperata, almeno si potrà non perdere il pregresso.

Corrierino ha detto...

Gli indirizzi resteranno gli stessi perché tutte le immagini di qualsiasi blog di Google usa quegli indirizzi. Se saltassero quegli indirizzi allora salterebbero tutti i blog del mondo.

Tra l'altro gli schemi che usano per gli indirizzi sono cambiati più volte (io personalmente ho visti 4 diversi schemi di indirizzi) negli ultimi 10 anni, ma hanno sempre ovviamente fatto in modo che i vecchi indirizzi funzionassero.

Hanno solo deciso di buttare via l'interfaccia WEB di Picasa Web Albums verso il loro enorme DB di immagini condivise. Solo che non hanno replicato tutte le funzionalità di Picasa Web Albums in Google Photos. È come quando arrivano i nuovi programmatori in azienda e buttano via tutto il vecchio (con il nobile scopo di svecchiarlo) e lo rifanno ex-novo ma poi ti realizzano solo il 25 percento delle vecchie funzionalità perché pensano che le rimanenti non servano a nulla.

Gianfranco Goria ha detto...

Ho presente... :-(
Comunque, per lo meno, quel che è fatto resta...
E teoricamente non dovrebbero esserci soverchi problemi a trasferire tutto il blog, se necessario.

maurizio ha detto...

Accidenti ! Se chiudi mi dispiacerà tantissimo, ti seguivo volentieri. Ma se non te la senti di affrontare tutto questo lavoro complicato, ti capisco.
Non sono un esperto e non ti so aiutare - anche se vedo che c'è già qualcuno in grado di farlo.
Speriamo in bene. Comunque vada, grazie per tutto quello che ci hai dato finora.

Sigmund ha detto...

Disastro. Ti capisco benissimo e spero che con l'aiuto di quello che pur non conoscendolo mi viene da chiamare l'ottimo Gianfranco, se ne venga a capo. Immagino che il guaio di tutta questa faccenda è che pur tu facendo una cosa meritoria per cui non basterebbe un monumento, a causa del copyright probabilmente non puoi chiedere dei soldi. Sennò la soluzione sarebbe semplice: chi ti legge tiene al tuo lavoro, e quindi sostiene le spese per un software adeguato a non farti diventare matto. Come fanno altri siti che fanno cose del genere che fai tu. Pensaci.
Nel frattempo ti ringrazio moltissimo per il lavoro immenso che hai fatto sinora. Sei un GRANDE!

Sigmund ha detto...

Gianfranco! Credo che ti abbiano hackerato il tuo blog http://arabafenicenews.blogspot.it!!!

Gianfranco Goria ha detto...

Che bufo che bufo! :-) Grazie. Lo vado a chiudere. Era un rottame avanzato, non lo usavo da tempo immemore...

Rolando Ferri ha detto...

Mi associo a tutti quelli che hanno espresso l'apprezzamento per tutto il lavoro del blog, anche se non sono in grado di fare suggerimenti per risolvere il problema: è stato veramente un contributo notevole per cui non si può se non esprimere gratitudine, comunque vada a finire

Eugenio Della Lampada ha detto...

Resistere resistere resistere...

Nick 1962 ha detto...

Che geni questi programmatori; questo sarebbe progresso? E' già successo su questo blog con la modifica dell'indice, prima efficace ed intuitivo, ora contorto per ottenere lo stesso risultato. Amici utenti del blog, facciamo sentire tutta la nostra solidarietà al bravissimo curatore di questo eccellente spazio e diamo, ognuno come può, l'aiuto affinché possa proseguire.

fatacicci ha detto...

Capisco la fatica improba di fare tanto lavoro, ma pensa a quanta leggerezza doni a tutti noi lettori ogni mattina! Grazie, grazie, grazie!

Stef ha detto...

Capisco e mi dispiace immensamente. Il Corrierino e' davvero parte della mia giovinezza (uno dei pochi fumetti/giornalini ammessi a casa).
ti possiamo aiutare in qualche maniera?

stef ha detto...

Scusa, ho dimenticato di ringraziarti per tutti i tuoi sforzi: GRAZIE!
Stef

J_D_La_Rue_67 ha detto...

Sia che decidi di mollare o di continuare, grazie infinite per questa meravigliosa risorsa.

Roberto ha detto...

Io mi associo in pieno al ringraziamento immenso per questo blog e.... se c'e' da iniziare a contribuire, io ci sono: olaf_il_rosso@yahoo.it !

Paolo ha detto...

Se si tratta di pagare una quota per Aruba o un altro sito/software, conta su di me. È un piacere per me leggere il tuo blog e mi dispiacerebbe perderlo!

Anonimo ha detto...

Disponibile a contribuire con quota associativa, chiudere "corrierino" è......una follia molti di noi andrebbero in analisi. Speriamo nei guru informatici che seguono il blog. Un abbraccio Moreno Moretti

Corrierino ha detto...


Ringrazio tutti per l'affetto che dimostrate per questo blog.

In questi giorni sono troppo preso dal mio quotidiano classico lavoro per ragionare sui possibili futuri di questa esperienza. Ci penserò con calma nei prossimi fini settimana e, magari con l'aiuto di Gianfranco valuterò le possibili soluzioni.

Per adesso ancora grazie e continuate a gustarvi quotidianamente (fino circa a metà settembre) le vecchie immagini che pubblico.

Anonimo ha detto...

Corrierino,
ho scoperto il tuo blog solo recentemente e me ne sono innamorato. Stai riportando alla luce tesori perduti o difficilmente reperibili diversamente. Capisco che la voglia di mollare sia tanta ma io spero ancora che prevalga l'orgoglio di superare i problemi tecnologici e tu abbia la caparbietà e l'energia di continuare a far vivere questo magnifico blog. Siamo in tanti a volerlo e ad apprezzarlo.
Un grazie di cuore per quanto fatto finora.

VSPMHEB ha detto...

- Tra le qualifiche di un mio amico che lavora in ambito informatico c'è quella di webmaster -- Se e quando vorrai, lo potrò interpellare... (gratuitamente, è ovvio!) -- A ben risentirci!!! -

Corrierino ha detto...

Ho analizzato 3 servizi che potevano fare al caso mio, cioè la sostituzione di Picasa sia per quanto riguarda lo storage delle immagini sia il loro delivery ai web-browser.
I 3 che ho identificato (in ordine di feature e prezzo descrescenti) sono Cloudinary, Uploadcare e Amazon.s3.
Mi sono iscritto ad ognuno di essi e ho provato le loro diverse interfacce.
Cloudinary è decisamente il migliore, ma anche il più caro.
Alla fine ho scelto l'ultimo, Amazon.s3, che sembra essere il più basic (pochi fronzoli e solo storage + delivery) e il meno caro.
Comincerò a rimepirlo di contenuti nei prossimi mesi e, come già detto, comincerà ad essere effetivamente usato dal blog con il mese di settembre.
Stimo che fino all'autunno tutto sia gratis e che da ottobre-novembre cominci a costare tra i 10 e i 20 dollari al mese.
In funzione di quanto effettivamente vedrò che mi costerà deciderò a fine-ano se è il caso di attivare qualche forma di Crowdfunding oppure di lasciar perdere il tutto.

fatacicci ha detto...

Io sono disposta a contribuire se farai un crowdfounding! Grazie!

Mauro ha detto...

Mi sembra una buona notizia. Mi sembra di avvertire dalle tue parole la voglia di andare avanti. Se c'è da pagare io ci sono! Tienici aggiornati.

VSPMHEB ha detto...

- Mi associo a fatacicci e Mauro... -- vspmheb@isolaceleste.com -

Paolo ha detto...

Come ho già detto sopra, conta su di me per il crowdfunding

Dany Yellow ha detto...

Sono con Laura Scarpa e tutti quelli venuti su a pane e corrierino .... Contami per il finanziamento collettivo !!!

Corrierino ha detto...

Dany Yellow puoi usare il link che appare in cima alla pagina per fare la tua donazione.

Anonimo ha detto...

Corrierino guarda che rischi di finire nella stessa storia che hai già vissuto con la chiusura di altri servizi.. Quelle sono attività commerciali e ovviamente hanno vita fino a quando portano soldi ai proprietari o a chi nel tempo li acquisisce e sceglie cosa farne..
L'unica cosa che ti può mettere al riparo da qualsiasi catastrofe online è comprarti un dominio (pochi euro) e caricarci tutto lì dentro magari perfino senza usare wordpress o altri CMS, in modo da non restare in nessun caso vincolato allo sviluppo di quei progetti. Fai attenzione che anche quelli sono progetti gestiti da volontari e non si differenziano dai progetti business.
Pensaci, per un sito come il tuo bastano poche pagine in PHP fatte da te o da qualcuno di fidato che ti dia i sorgenti e il gioco è fatto. Domani esplode il tuo fornitore di spazio web? Peggio per lui! Il dominio è tuo, fai un nuovo upload delle pagine nel nuovo dominio ed è come se niente fosse stato.
Te lo dico perché ci sono già passato.
deneb

Neal Anderson ha detto...

Hi there,

I don't know if you can read English or not, but I just want to say that this is the very best blog I've ever run across, so much magnificent art and illustration, and I've been known to look at this site for hours on end. Thanks so much for your contribution!

If the blog does get terminated in the future, is there a way to upload everything in one (or multiple) big .zip or .rar files for others to download if they want to? That way at least more people will be able to preserve and document the massive amounts of images you've shown.

Corrierino ha detto...

Thank you for your encouraging words.

The blog will not be closed.
I made a crowdfunding campaign (read here) and I collected € 2,757.00 that I will spend to bear the cost of blog.

The only difficulty is the time needed to scan all the pictures and then organize them and create the various posts.
I hope for success.

Thanks again!