L'avventura prosegue. Questo blog rischia di chiudere senza il vostro aiuto. Partecipate al crowdfunding qui ed entrate nella Hall of Fame. Grazie!

9 febbraio 2021

Coccobillando!

Tratto dal nº 23 del 4 giugno 1997 del Giornalino.



3 commenti:

Fantasio ha detto...

Uno degli ultimi Jacovitti (morì quello stesso anno), e purtroppo si vede.

Gianni ha detto...

C'era per caso un allievo? Ci sono cose che mostrano una mano diversa, sia in impostazione che in rifinitura.
Al centro del paginone ci sono tre personaggi il cui character design non ha niente a che vedere con lo stile di Jacovitti, cosa personalmente mai vista.
Anche altri dettagli "stonano": in passato, per le copertine del Giornalino, Coccobill veniva ritratto anche da altri disegnatori . Il Coccobill nell'angolo in alto a sinistra
del paginone assomiglia più a queste riproduzioni che all'originale.
Uno spunto: in memoria di Jacovitti si tenne una mostra a Torino, al Museo dell'Automobile, dove accanto ad un'infinità di tavole e di oggetti ricavati dai disegni, erano esposti dei lavori di allievi di una scuola di fumetto, in cui si disegnava e si scriveva cercando di riprodurre il suo stile. Qualcuno di questi giovani disegnatori, o altri, potrebbero avergli dato una mano.
@Fantasio, hai qualche informazione?

Fantasio ha detto...

Beh, è noto che negli ultimi anni si faceva aiutare, soprattutto per i ripassi a china e i colori. Bajalica, Cristicchi, Salvagno, sono tra i suoi allievi. Poi vai a capire quanto faceva lui e quanto gli altri (temo quasi tutto gli altri).