L'avventura prosegue. Questo blog rischia di chiudere senza il vostro aiuto. Partecipate al crowdfunding qui ed entrate nella Hall of Fame. Grazie!

10 novembre 2022

Il signor Bonaventura dell'artica calotta tutto il dì studia la rotta

Tratto dal Corriere dei Piccoli nº 18 del 4 maggio 1958.



3 commenti:

Fantasio ha detto...

Da notare l'uso di "à" al posto di "ha", oggi rarissimo ma non così strano all'epoca, specialmente tra persone, come Tofano, che avevano studiato nella prima metà del secolo.

Manlio ha detto...

Grazie mille per aver fatto notare questo dettaglio. In fondo queste storie, all'apparenza così frivole, sono davvero uno scrigno prezioso che permette di comprendere la società dell'epoca per chi, come me, è nato molti anni dopo.

coroner ha detto...

Al limite del nonsense già oltre la "sospensione del criterio di realtà" che si deve a quasi ogni fumetto (il fuoco sulla banchisa… la notte all'addiaccio come su un prato in primavera…), è interessante la sciarpetta verde dei protagonisti.
Si compone il tricolore verso il polo Nord, esattamente 30 anni dopo la sfortunata spedizione del dirigibile Nobile. Chissà se fu intenzionale celebrarne l'anniversario.